lunedì 8 giugno 2015

Risotto agli asparagi selvatici e zeste di limone



Questo risotto agli asparagi selvatici e zeste di limone l'ho preparato e mangiato tempo fa. Un po' per mancanza di tempo, ma soprattutto perchè l'ho fotografato e poi l'ho completamente dimenticato, ve lo propongo solo ora. 
D'accordo che è ormai fuori stagione, ma il prossimo anno, quando gli asparagi selvatici torneranno nei nostri boschi, avremo già la ricetta bella e pronta...mettiamola così :)
Ieri, facendo un po' di ordine tra le mie fotografie, mi sono resa conto che non è solo questo risotto agli asparagi ad essere miseramente caduto nel dimenticatoio, ma gli fanno buona compagnia altre cinque o sei ricette che ormai dovranno attendere la loro prossima stagione per essere pubblicate, per non parlare di quelle che poverine, per svariati motivi, forse non saranno mai pubblicate.
O forse, chi lo sa? Potrei anche decidere di farne un post unico e dar loro quell'opportunità che meritano, se non altro per essere rimaste in attesa per mesi e in alcuni casi anche per anni.






 
Risotto agli asparagi selvatici e zeste di limone

Ingredienti per 2 persone

  • 160 g di riso vialone nano
  • 15 Asparagi selvatici
  • 1 limone biologico
  • ½ litro di acqua minerale naturale o filtrata
  • 1 cucchiaio di dado vegetale casalingo
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 1 cipollotto fresco
  • 4 cucchiai di Parmigiano grattugiato
  • Olio evo
Preparare il brodo portando ad ebollizione l’acqua con il dado vegetale.
In una casseruola con un po' d’olio far appassire il cipollotto tagliato a rondelle per qualche minuto. Aggiungere gli asparagi lavati e tagliati (tenere da parte le punte) e farli saltare per un paio di minuti. Unire il riso, farlo tostare  quindi sfumare a fiamma vivace con il vino. Bagnare con un paio di mestoli di brodo, coprire e cuocere a fiamma bassa per il tempo necessario, bagnando con il brodo man mano che si asciuga. A cinque minuti dalla cottura aggiungere anche le punte e a cottura ultimata mantecare con il parmigiano grattugiato, impiattare e spolverare con zeste di limone.






Posate Rivadossi





lunedì 18 maggio 2015

Scialatelli con broccoli e pomodori secchi



L'ultimo broccolo della stagione, per quanto mi riguarda, è finito in un gustoso piatto di scialatelli freschi insieme ai pomodori secchi di mia madre e a due grossi peperoncini piccantissimi.
Questo è uno dei miei pranzi tipo. 
Avete presente quando aprite il frigo e con lo sguardo cominciate a rovistarci dentro facendo una lista mentale degli ingredienti che potrebbero aiutarvi a preparare un primo piatto in meno di mezz'ora? 
Ecco, questo è uno di quelli: veloce da preparare e molto saporito. Perfetto per chi come me ama i piatti semplici ma non vuole assolutamente rinunciare al gusto!





 
Scialatelli con broccoli e pomodori secchi

Ingredienti
  • 200 g di scialatelli freschi
  • 300 g di broccoli
  • Pomodori secchi sott'olio
  • 4 acciughe sotto sale
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 peperoncini piccanti
  • Olio extra vergine di oliva
Ho lavato sotto l'acqua corrente le acciughe salate e le ho diliscate.
Ho lavato i broccoli e li ho ridotti in cimette.
Ho portato ad ebollizione l'acqua salata e ho fatto cuocere pasta e broccoli insieme. 
Nel frattempo in un tegame ho fatto soffriggere l'aglio e i peperoncini tagliati a rondelle in qualche cucchiaio di olio, ho aggiunto le acciughe e le ho fatte sciogliere, quindi ho aggiunto una manciata di pomodori secchi tagliati a pezzetti.
Ho scolato la pasta con i broccoli al dente e li ho fatti saltare nell'olio per un minuto con un paio di cucchiai di acqua di cottura.




Piatti, ciotola e bicchiere Villa d'Este Home







giovedì 7 maggio 2015

Coppetta alle fragole con torta cocco e mandorle e crema ricotta e yogurt



Buongiorno a tutti!


Avete già pensato al dolce da preparare il giorno della Festa della Mamma? Quello che vi propongo io  è fresco, colorato e delicato, semplicemente perfetto per festeggiare le nostre amate mamme. 
Potrebbe essere un'alternativa al tiramisù alle fragole, ugualmente buono, ma decisamente più leggero e più adatto alla stagione calda. Al posto dei savoiardi ho preparato una torta al cocco e mandorle che ho inzuppato nella salsa di fragole ed ho poi alternato ad una crema alla ricotta e yogurt.
Le mandorle e la farina di cocco che ho utilizzato sono quelle di Ventura,  marca leader nella produzione di frutta secca, che cura ogni fase della lavorazione a cominciare dalla scelta delle materie prime migliori nei mercati d’origine. 
Ci sono moltissime novità in casa Ventura quest'anno. Un nuovo packaging per i prodotti,  il nuovo sito web, completamente rinnovato sia nei contenuti sia nella grafica, con una sezione dedicata ai foodblogger  http://www.madiventura.it/press/blog ed infine, un nuovo ed entusiasmante concorso a premi aperto ai fodblogger e a tutti i consumatori: "Ti senti Cuoco o Pasticcere?" Il Cuoco e il Pasticcere in questione sono i noti TopChef Moreno Cedroni e Luca Montersino, che saranno a capo delle due squadre finali formate dai dieci vincitori della prima fase del concorso.
Partecipare è semplicissimo! E' sufficiente acquistare un prodotto Ventura, preparare una ricetta salata o dolce, fotografare il piatto con il pack del prodotto, iscriversi al concorso sul sito e caricare la ricetta. 


https://www.concorsoventura.it/

Vi dico solo che il premio in palio è fantastico!
Io sicuramente parteciperò e voi cosa state aspettando? Correte a leggere il regolamento!









 
Coppetta alle fragole
con torta al cocco e mandorle e crema ricotta e yogurt 

Ingredienti
Per la torta:
  • 200 g farina 00
  • 100 g farina di cocco Ventura 
  • 50 g mandorle sgusciate Ventura
  • 3 uova
  • 150 g di yogurt bianco
  • 80 ml di olio di arachidi
  • 200 g di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 bustina di Cremore tartaro
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
Per la crema:
  • 350 g di ricotta di pecora freschissima
  • 300 g di yogurt bianco cremoso
  • 60 g di zucchero a velo di canna
Per la salsa di fragole:
  • 300 g di fragole 
  • 100 g di zucchero a velo di canna
  • ½ limone
Per decorare: 
Preparare la torta: Scaldare il forno a 170°. Con il mixer ridurre in polvere le mandorle. In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere l'olio, lo yogurt, l'estratto di vaniglia, la farina di cocco e quella di mandorle. A parte setacciare la farina 00 con il cremore e il bicarbonato e unire il tutto al composto di uova. Versare l'impasto in uno stampo rettangolare imburrato e infarinato. Cuocere per 40-45 minuti in forno a 170° modalità statico.
Preparare la salsa di fragole:  Frullare le fragole con lo zucchero e il succo di mezzo limone. Versare la salsa ottenuta in un pentolino, porre sul fuoco e cuocere sempre mescolando per 7 o 8 minuti. Far raffreddare a temperatura ambiente.
Preparare la crema ricotta e yogurt: Lavorare la ricotta con lo zucchero, quindi aggiungere lo yogurt e continuare a sbattere fino ad amalgamare bene il tutto.
Assemblare le coppette: Con un coppapasta rotondo tagliare la torta in tanti cerchi che poi taglierete ancora a metà orizzontalmente (se la vostra torta era alta 4 o 5 cm dovrete ricavare da ogni pezzo due cerchi alti 2 o 2,5 cm). 
Coprire il fondo delle coppette con uno strato di crema, immergere i cerchi di torta nella salsa di fragole fino a bagnarli completamente e posizionarli nelle coppette. Aggiungere ancora un paio di cucchiaini di salsa di fragole, quindi ricoprire con altra crema. Formare un altro strato di torta inzuppata e finire con la crema. Conservare qualche ora in frigorifero prima di consumare il dolce.
Al momento di servire decorare ogni coppetta con un cucchiaino di salsa di fragole, granella di mandorle, mezza fragola e due foglioline di menta.

Se gradite un dolce con una leggera nota alcolica, allungate la salsa di fragole con qualche cucchiaio di fragolino o di cherry.